Sintesi del progetto

ricerca e innovazione

La finalità del progetto è la valorizzazione della coltivazione del carrubo, pianta presente nel bacino del Mediterraneo e nella Sicilia sud orientale, che negli ultimi decenni ha fatto registrare sensibili contrazioni delle superfici interessate per effetto della scarsa redditività.

Pertanto, il progetto prevede la messa a punto di adeguati piani coltivazione per migliorare le rese e la produttività il miglioramento delle tecniche di trasformazione dei frutti per ottenere una farina rispondente alle richieste dell’industria alimentare l’individuazione di adeguate forme di utilizzo
della farina nella preparazione di alimenti.

I risultati attesi sono quelli di ridestare interesse per il carrubo ed i suoi prodotti. Si spera che il miglioramento della qualità delle farine e il loro utilizzo nella produzione di alimenti, soprattutto per celiaci, determini una maggiore richiesta di carrube e la creazione d i un indotto virtuoso per il
territorio.

I vantaggi attesi interesseranno:

  •  gli agricoltori , per effetto di un incremento della redditività della coltura;
  • i trasformatori , poiché aumenteranno e miglioreranno i loro processi produttivi;
  • le imprese agroalimentari che avranno la possibilità di diversificare la gamma dei loro prodotti;
  • i consumatori finali che potranno disporre di alimenti ad alto valore nutritivo e glutine free.

Ma i vantaggi non sarebbero limitati agli operatori della filiera del carrubo.

Questa pianta oltre ad essere un elemento caratterizzante del paesaggio e della cultura della Sicilia sud orientale, rappresenta un patrimonio ambientale di enorme importanza, poiché permette di valorizzare le aree marginali mediterranee, contrastando i crescenti rischi di desertificazione a cui sono sottoposti i nostri territori.

Obiettivi del progetto

obiettivi e risultati attesi

  • Miglioramento della tecnica colturale associata ad un sistema di supporto alle decisioni.
  • Recupero e trasformazione de i residui di potatura in pellet.
  • Applicazione della metodica del DNA barcoding per tracciare, individuare e definire le cultivar presenti sul territorio .
  • Trasformazione della produzione in farina.
  • Attività di controllo e certificazione del processo.
  • Redazione di un disciplinare di produzione.
  • Messa a punto di tecniche per migliorare l’utilizzo delle farine di carrube
  •  Dimostrazione e diffusione dei risultati.
  • Coordinamento, monitoraggio e gestione del progetto.

Dicono di noi

articoli che parlano del progetto

Raccolta di articoli pubblicati quotidiani on line, a mezzo stampa, nonché in riviste specializzate

Attività realizzata nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 – MISURA 16 – COOPERAZIONE
SOTTOMISURA 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura”